itenfr +39.388.7903003 roots.italian@gmail.com

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login
itenfr +39.388.7903003 roots.italian@gmail.com

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login

Una scoperta davvero eccezionale

Una scoperta davvero eccezionale!” esclama Massimo Osanna, direttore del Parco archeologico di Pompei.

Pochi giorni fa, il 21 novembre 2020, durante gli scavi nella Villa del Sauro Bardato sono stati ritrovati due corpi nel criptoportico di una grande villa. La parola criptoportico viene dal greco kryptos = nascosto e dal latino porticus = portico, è un corridoio di servizio coperto, che si trova generalmente al di sotto di un foro o di una villa romana, con delle aperture per far entrare la luce e per ricircolo dell’aria.

Questa villa suburbana di altissimo pregio si trova a Civita Giuliana, a pochi metri dalle mura della città romana di Pompei.

Una scoperta davvero eccezionale che segue quella fatta il 23 dicembre 1998 quando furono ritrovati i resti di un magnifico cavallo di razza bardato con finimenti e la sella riccamente decorati. Il nome dato alla villa proviene proprio da questo esemplare di sauro bardato, che s’ipotizza potesse appartenere ad un alto magistrato o ad un comandante militare.

I primi scavi in questo terreno furono intrapresi per volere del marchese Giovanni Imperiali, che non diede mai seguito ai lavori, ricoprendo tutto ciò che era stato scoperto fino a quel momento .

Fortunatamente nel secolo scorso gli scavi ripresero, utilizzando una tecnica messa a punto da Giuseppe Fiorelli nel 1863: gettare una colata di gesso liquido all’interno del materiale vulcanico per riempire le cavità lasciate da corpi o oggetti.

Grazie a questo procedimento gli archeologi ci hanno reso partecipi di Una scoperta davvero eccezionale: probabilmente il 25 ottobre del 79, durante l’eruzione del Vesuvio che ricoprì di lava le città di Ercolano, Stabia, Oplontis e Pompei, il patrizio proprietario di questa sontuosa villa e il suo schiavo stavano fuggendo per raggiungere il resto della famiglia. Le rovine di queste città furono ricoperte da almeno 10 metri di materiale eruttivo e furono riportate alla luce a partire dal XVIII secolo.

Mentre Pompei e Stabia furono seppellite da pomici, cenere e lapilli, Ercolano fu investita da un insieme di gas roventi, ceneri e vapore acqueo, conosciuto oggi come nube ardente.

La villa nella quale ci troviamo era riccamente decorata, con ambienti di rappresentanza, stanze da letto, magazzini per vino ed olio, ampi terreni e sontuose terrazze che affacciavano sul Golfo di Napoli. La sua bellezza è stata messa a paragone con la Villa dei Misteri di Pompei.

Una scoperta davvero eccezionale che, nonostante il periodo d’incertezza e tristezza che stiamo vivendo, è un evento per il mondo dell’archeologia e per l’Italia, che vanta un inestimabile patrimonio storico artistico che ci fa sperare che tutto andrà bene.

In primavera la villa del Sauro Bardato sarà aperta al pubblico, e noi vi invitiamo a visitarla con noi durante il tour Panorama sul Golfo per guardare con i vostri occhi queste diapositive che raccontano la vita al tempo dei Romani. Nel frattempo leggete gli articoli Lacryma Christi: tra storia e mito, Sotto il livello del mare

Leave a Reply

Get a Question?

Do not hesitage to give us a call. We are an expert team and we are happy to talk to you.

1.8445.3356.33

Help@goodlayers.com

Recent Articles

Il Cattivo delle Serie TV
11 Dicembre 2020
Sotto il livello del mare
27 Novembre 2020
Lacryma Christi: tra storia e mito
20 Novembre 2020