itenfr +39.388.7903003 roots.italian@gmail.com

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login
itenfr +39.388.7903003 roots.italian@gmail.com

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login

Nicola nasce nel 270 d.C. a Patara, nell’odierna Turchia. I suoi genitori gli insegnarono i valori cristiani, divenne sacerdote e poi vescovo di Mitra, in Asia Minore. Come altri cristiani, fu perseguitato da Diocleziano e poi graziato da Costantino. Nel 325 partecipa al Concilio di Nicea. Morì di vecchiaia il 06 dicembre 343 a Myra.

Nel corso della sua vita fu protettore dei bambini, dei più bisognosi e dei marinati e compì varie opere di bene. Ad esempio, salvò tre ragazze di una nobile famiglia caduta in disgrazia. Il padre, che voleva mantenere il suo stile di vita, decise di farle prostituire, ma di notte San Nicola buttò nella loro stanza tre sacchi d’oro (che in qualche raffigurazione di San Nicola sono stati sostituiti da tre palle), che contribuirono alla loro dote.

Sia a Myra che a Bari dalla tomba del santo fuoriesce una sostanza liquida, un’acqua di estrema purezza che per i più devoti è mirra, dai poteri guaritivi, mentre una valutazione scientifica sostiene sia umidità o capillarità di pietre e marmi del siti.

Dopo la conquista da parte dei Normanni, Bari perse il ruolo politico nell’area del Mediterraneo, ecco perché alcuni marinai baresi trafugarono le reliquie di San Nicola, il 09 maggio 1087, e le portarono da Myra a Bari, così facendo, la città pugliese divenne meta di pellegrinaggio, portando un notevole indotto economico.

San Nicola è venerato in molti Paesi europei: in Germania, durante il periodo di Natale i giovani tedeschi si vestono da San Nicola per raccogliere offerte per i poveri; in Olanda e nelle Fiandre i bambini lasciano carote e fieno per il cavallo di San Nicola sperando che quest’ultimo arrivi portando doni.

San Nicola assume sfaccettature diverse in ogni Paese, pur conservando le sue caratteristiche fondamentali, ossia quella di difensore dei deboli e di chi subisce ingiustizie.

Il culto di San Nicola fu esportato oltreoceano, negli Stati Uniti, dagli Olandesi che fondarono Nuova Amsterdam, poi New York.

In alcuni scritti americani troviamo la descrizione di quello che oggi è Babbo Natale. Il primo fu Washington Irving, nel 1809, in History of New York, che narrava come i primi colonizzatori olandesi si affidarono a San Nicola durante il loro viaggio verso l’America. Poi Clement Clark Moore, nel 1822, nella poesia A visit from St. Nicholas, parla di un signore allegro e paffutello che viaggia su una slitta trainata da otto renne. Ma è dalla matita di Haddon Sundblom, nel 1931, per una pubblicità della Coca-Cola che nacque l’immagine di Babbo Natale così com’è nell’immaginario di grandi e piccini: un vecchietto dalla faccia sorridente e rubiconda in sella alla sua slitta portando doni.

Grazie ai soldati americani sbarcati dopo la Seconda Guerra Mondiale si diffuse nei Paesi europei il personaggio di Père Nöel in Francia, Babbo Natale in Italia, Father Christmas in Inghilterra.

Una leggenda nata nel III secolo, di un uomo che donava ai più bisognosi, divenuta Babbo Natale che vola sulla sua slitta ogni anno portando doni.

Leave a Reply

Get a Question?

Do not hesitage to give us a call. We are an expert team and we are happy to talk to you.

1.8445.3356.33

Help@goodlayers.com

Recent Articles

Lacryma Christi: tra storia e mito
20 Novembre 2020
Pizza Margherita
13 Novembre 2020
Origini italiane
6 Novembre 2020